Articoli

Video su Usura Bancaria

Ho preparato una serie di video in cui offro alcune mie riflessioni sull’usura bancaria, che ho conosciuto sul piano tecnico quale commercialista “forense”.

Questa sezione raccoglie la serie di cinque video pubblicati sull’usura bancaria. Sono frutto delle mie esperienze sul piano tecnico quale commercialista “forense”.

Nel primo video troverai l’elenco completo dei cinque video con l’indice dettagliato degli argomenti trattati.

Il primo video è liberamente visibile, mentre gli altri sono situati in area riservata, accessibile mediante registrazione con cui verrà inviata la password di accesso.

Usura bancaria - Video 1 di 5 Qui il link alla serie completa

Condividi questo articolo

Usura bancaria – Far causa alle banche

Questo articolo de Il Fatto Quotidiano del 7 settembre 2018 capita “a fagiolo” durante la mia serie di video sull’usura bancaria:

Condivido con l’autore il fatto che:
1) vincere una causa contro una banca è difficile e scomodo;
2) chi dice il contrario, spesso millanta per tornaconto personale.

A volte succede, però, mentre vent’anni fa era impensabile.

Come si è passati da una fase all’altra, è una storia che vale la pena raccontare.

Segnalo anche che l’autore dell’articolo, Beppe Scienza, non è (principalmente) un giornalista, bensì un’autorità nel campo della matematica finanziaria ed un coraggioso difensore dei risparmiatori.

Anni fa, dalla sua cattedra presso la facoltà di Matematica dell’Università di Torino ha individuato operazioni anomale su obbligazioni quotate – solo studiando l’andamento dei corsi e visionando i documenti pubblici. La Consob (che ha strumenti ben più pervasivi) non era riuscita a tanto.

Alcuni dei commenti dei lettori all’articolo di Beppe Scienza sono altrettanto informati e interessanti.

Sul variegato (e non sempre serio) mondo tecnico-legale che istiga il pubblico a far causa alle banche, potete leggere il post che accompagna il mio video “Aspetti insoliti del mio lavoro – 6 di 10

FattoQuotidiano-Far_causa_alle_banche L’articolo su “Il fatto quotidiano”

 

 

 

 

Videoaspetti insoliti del mio lavoro Il video “Aspetti insoliti del mio lavoro

Condividi questo articolo

Usura bancaria: seminario in materia bancaria e finanziaria

L’usura bancaria e i suoi riflessi penali.

L’associazione “Giovani avvocati” e l’associazione “Giovani commercialisti” di Torino hanno organizzato un ciclo di conferenze in materia bancaria e finanziaria.
Nell’ambito delle quattro conferenze dedicate all’usura bancaria ed ai suoi riflessi penali, il dott. Paolo Rivella è stato invitato a trattare l’attività del Consulente Tecnico (CT) in questo campo.
Icona doc PDF

 

A questo link sono disponibili le diapositive presentate durante il suo intervento.

 

 

Condividi questo articolo

L’usura nei contratti di mutuo

Ma nei contratti di mutuo può verificarsi il reato di usura da parte delle banche?

Quando pensiamo ai “poteri forti”, vengono subito in mente le banche.

Ma ultimamente, nonostante questa “forza”, il sistema bancario italiano sta incassando una serie di sconfitte giudiziarie molto gravi, che aprono la porta a una grande massa di richieste di risarcimento. Dopo una serie di pronunce favorevoli ai correntisti bancari (vedi Anatocismo, boom di ricorsi, nuove imprese) all’inizio del 2013 la Corte di Cassazione si è interessata ai contratti di mutuo ipotecario, che riguardano milioni di privati cittadini.

La sentenza n.350 – 9 gennaio 2013

Con la sentenza n. 350 del 9 gennaio 2013 la Prima Sezione della Corte di Cassazione ha stabilito che, ai fini della Legge sull’Usura, il conteggio degli interessi effettivi pattuiti tra banca e mutuatario deve comprendere gli interessi di mora anche se poi questi non vengono applicati, tipicamente perché il cliente paga puntualmente le rate. Questo sulla base del testo letterale della Legge, secondo cui: “… si intendono usurari gli interessi che superano il limite stabilito dalla legge nel momento in cui essi sono promessi o comunque convenuti, a qualunque titolo, indipendentemente dal momento del loro pagamento“.

Aggiungendo al tasso ordinario anche il tasso di mora, quasi tutti i contratti di mutuo finiscono di superare il tasso soglia dell’usura, addirittura già al momento della stipula del contratto.

Questo significa che – una volta accertata la natura usuraria del mutuo – il mutuatario avrebbe diritto di ottenere la restituzione di tutti gli interessi pagati in passato. E non solo: in teoria potrebbe continuare a restituire a rate il capitale alla banca, senza più pagare interessi. Se il contratto di mutuo usurario diventa nullo, non è escluso che il contraente possa ottenere – a suo favore – gli interessi sugli interessi non dovuti pagati in passato e forse anche la restituzione delle spese iniziali di erogazione versate.

Per il sistema bancario, sarebbe una rovina.

È difficile credere che davvero si offra questa possibilità a così tanti mutuatari e per importi singoli così elevati.

Il video “Le Iene”

Una conferma indiretta viene da un video. Si tratta di un documento sorprendente: “Le Iene” entrano nella torre d’avorio della Banca d’Italia.

È raro vedere un direttore centrale della banca rispondere in dettaglio alle domande di un giornalista non specializzato. È ancora più raro vedere cosa succede al minuto 8 e 30 secondi: l’intervista viene forzatamente terminata per non entrare nel merito di cosa succede quando il mutuo viene riconosciuto usurario. Il direttore centrale della Banca d’Italia inizialmente dice che la banca deve restituire solo gli interessi che superano il tasso usurario. Il giornalista gli mostra documenti che indicano il contrario: la banca deve restituire tutti gli interessi. A questo punto l’intervista viene interrotta dall’addetto stampa.

Onore al merito: i miei complimenti al giornalista, che è riuscito a rendere comprensibile un argomento altrimenti riservato ai soli esperti e ha dimostrato quanto il problema sia grande e delicato per il sistema bancario.

Condividi questo articolo

Elementi di portfolio